Soke Masaaki Hatsumi

宗家 初見良昭

Soke "宗家" è una parola giapponese che si utilizza per designare un legittimo erede, lo è il Dr. Masaaki Hatsumi di nove antiche scuole tradizionali giapponesi, fondatore e Gran Maestro della Bujinkan (Casa del Guerriero Divino). E’ nato in Giappone nella prefettura di Chiba il 2 dicembre del 1931, si è laureato all’Università di Meiji in medicina dove ha approfondito anche lo studio del teatro tradizionale, delle arti, della pittura e della cultura giapponese.

Ha scritto più di venti libri in lingua giapponese ed inglese di Ninjutsu e di Budo (Arti Marziali Giapponesi), di poesia ed ha realizzato numerosi video formativi sulle tradizioni Ninja. Ha inoltre preso parte alla realizzazione di molti film, documentari di storia, trasmissioni televisive, nonché come consulente sulle scene di combattimento di famosi film come ad esempio 007

I suoi quadri sono stati esposti al Guggenheim di New York, ed ha ricevuto inoltre riconoscimenti dal primo ministro inglese Margaret Thatcher, dal principe Carlo d’Inghilterra, dal Re Juan Carlos di Spagna, dal presidente Bill Clinton e da molti altri leader a livello internazionale per le sue consulenze come stratega nelle tecniche di combattimento ed anche nei metodi di difesa nazionale dei rispettivi paesi di cui questi personaggi rappresentano i massimi livelli di comando Il Dr. Hatsumi iniziò a studiare le arti marziali all’età di sette anni e raggiunse in breve il grado d’istruttore di Judo, Kendo, Karate e Aikido.

Nel dopoguerra fu invitato ad insegnare Judo in una base militare americana dove si accorse che la prestanza fisica dei suoi avversari americani a volte poteva prevalere sulla tecnica da lui appresa nei numerosi anni d’allenamento.
Hatsumi allora cominciò a chiedersi se le arti marziali fossero costituite solo da resistenza ed abilità fisica e se la tecnica potesse sconfiggere la prestanza fisica dei suoi avversari.
Si rivolse allora ad un Maestro di Kobudo, ed in pochi anni d’allenamento, gli dimostrò la sua abilità avendo imparato tutto ciò che si poteva conoscere sul Kobudo.

Il Sensei di Kobudo di Hatsumi gli parlò di Takamatsu Toshitsugu, durante i primi allenamenti con il Gran maestro Takamatsu, Hatsumi non riusciva a capire come fosse possibile che egli potesse realizzare quattro o cinque gyaku (particolari lussazioni) allo stesso tempo; né tanto meno aveva mai provato una così strana sensazione d’impotenza davanti a quel "piccolo ometto", così ama definirlo, che in qualunque momento avrebbe potuto porre fine alla sua vita. Il dolore che percorse tutte le sue articolazioni, durante quel periodo di allenamento, arrivò a scuotere nel più profondo la sua anima, e fece nascere in lui il desiderio di voler conoscere i segreti di questa disciplina.

Per quindici anni Masaaki lavorò durante la settimana nella sua clinica come chiropratico e destinò tutti i fine settimana all'allenamento, recandosi a milletrecento chilometri di distanza per ricevere i suoi insegnamenti. Maestro d’estrema destrezza e grande fama nel mondo delle arti di combattimento e Soke di nove scuole d’arti marziali
Fu attraverso Takamatsu, che Hatsumi imparò l’arte del Taijutsu, un metodo di combattimento basato sul movimento naturale del corpo. Prima della morte del Maestro Toshitsugu, il 2 aprile 1972, Masaaki, nonostante la sua giovane età, divenne il suo successore (Soke) ed erede dell’antiche tradizioni Ninja.

Oggi il Soke è il Leader della Bujinkan (Casa del Guerriero Divino), insegna al Budokan di Tokio ed al Hombu Dojo di Noda-shi, dove alunni di tutto il mondo si recano per praticare quest’arte così completa, il "Budo-Taijutsu".
Secondo Hatsumi questa disciplina è ricca di temi essenziali per il raggiungimento di un alto livello di difesa personale, di equilibrio e di rispetto dei valori umani, che ci permette di entrare in armonia con gli altri e con la natura che ci circonda. Questa disciplina rappresenta un cammino che tutti possono percorrere, senza distinzione di alcun genere, poiché è la stessa Arte ad adattarsi all’individuo, e non l’individuo a doversi adattare ad essa.

L'esperienza che il Soke Hatsumi ha accumulato nei suoi anni di vita lo porta ad essere giudicato come l'ultimo vero maestro di Ninjutsu dei nostri tempi. Uomo di grande carisma e personalità, fu definito personalmente dall'Imperatore come patrimonio nazionale vivente del Giappone (data la sua incredibile conoscenza culturale delle arti marziali). 
Il Soke possiede una grande capacità comunicativa che poche persone al mondo hanno, superando così qualunque difficoltà nella trasmissione dei suoi innumerevoli insegnamenti di vita e di saggezza. 
Bisogna divenire come la terra, l’acqua, il fuoco, e il vento per comprendere il concetto del vuoto e dell’universo, per poter fluire, agire senza agire, per far si che la mente e lo spirito diventino una sola cosa. 
Sensei Hatsumi non insegna soltanto tecniche di combattimento, ma l'essenza stessa dell'Arte Marziale, come qualcosa che va al di là della pratica, e diviene una sola cosa con la nostra vita!